Cos’è la Mediazione Familiare?

La Mediazione Familiare

secondo la normativa UNI n. 11644

La Mediazione Familiare si distingue da altri tipi di intervento sulle problematiche della separazione e del divorzio (controllo sociale, natura peritale, assistenziale, giudiziaria, consulenziale o terapeutica) perchè Gender equality business concept è un percorso volontario che le due parti decidono liberamente di intraprendere, nei casi di cessazione di un rapporto di coppia a qualsiasi titolo costituito, per la gestione dei conflitti parentali e la riorganizzazione delle relazioni familiari.

La Mediazione familiare è condotta da un soggetto terzo imparziale, neutrale, il Mediatore Familiare, e si svolge nella garanzia del segreto professionale, in un ambiente neutrale e in autonomia dall’ambito giudiziario.

L’obiettivo del percorso mediativo è favorire l’accordo fra le parti,  allo scopo di garantire, prima, durante o dopo l’evento separativo, il mantenimento della responsabilità genitoriale e regolamentare gli interessi, anche di natura economico-patrimoniale, con particolare e preminente attenzione ai diritti dei figli.
L’accordo sarà direttamente negoziato dalle parti, rimesso alla loro volontà, raggiunto responsabilmente e su un piano di parità.

La responsabilità genitoriale è il potere-dovere che hanno entrambi i genitori di decidere congiuntamente  in modo paritario  con obblighi prevalentemente a carico dei figli che diventano soggetti titolari di diritti.

Per approfondimenti : www.aemef.it

Il Mediatore Familiare

l Mediatore Familiare è un professionista qualificato a seguito di percorsi di formazione scientifica differenziati.

mediazione-familiare-pedagogia-reggio-emiliaEgli interviene quale figura terza nel percorso di aiuto alla famiglia prima, durante e dopo la separazione o il divorzio o la cessazione della convivenza o dell’unione, a qualsiasi titolo costituita.
Il suo intervento avviene in completa autonomia dall’ambiente giudiziario, per raggiungere accordi concreti e duraturi concernenti l’affidamento e l’educazione dei minori, nonché tutti gli aspetti connessi all’esercizio della responsabilità genitoriale;
a questo si aggiunge tutto ciò che concerne la divisione dei beni, l’assegno di mantenimento al coniuge debole ed ai figli, la residenza principale dei figli e
l’assegnazione della casa coniugale e tutto quanto previsto dalla normativa vigente in tema di separazione, divorzio e di coppie non coniugate, con esplicito riferimento all’attività negoziale.

Svolgo la professione di Mediatore Familiare dal 2010, sono Formatore nella scuola FMF dell’A.E.Me.F e sono iscritta al Registro Nazionale n 42

Ulteriori informazioni puoi trovarle anche su questo sito: https://mediazionefamiliarevelletri.com/

brunellalibutti@gmail.com